Pasta fresca fatta in casa

Oggi è la Giornata mondiale della pasta

Che sia fatta in casa o acquistata in negozio, la pasta è sempre gustosa. In Italia è un alimento base come le patate nei Paesi Bassi. La parola “pasta” deriva dalla parola latina păstam, che significa una combinazione di farina e acqua. L’origine della pasta risale a molto tempo fa. Alcuni ricercatori credono che nel XIII secolo sia stato Marco Polo, che introdusse la pasta in Italia al ritorno da uno dei suoi viaggi in Cina nel 1271. Secondo altri, la pasta risale a tempi ancora più lontani, alle antiche civiltà etrusche, che producevano pasta macinando diversi cereali e poi li mescolavano con l’acqua, una miscela che in seguito venne cucinata producendo un prodotto alimentare gustoso e nutriente.

Lo sapevi che ormai ci sono più di 600 diverse forme di pasta realizzate in tutto il mondo? In Puglia, tra i vari tipi, abbiamo le “Orecchiette”. La forma rotonda e concava di questa pasta ha portato al suo nome, che significa “orecchie piccole”. A Bari si trova un posto chiamato “Quartiere delle Orecchiette”. In realtà, sono solo due strade strette, dove le donne locali sedute fuori preparano a mano le orecchiette, continuando una tradizione di famiglia. Circa tre anni fa ho avuto la possibilità che mi ha offerto una giovane donna di 80 anni di imparare a farle. Ma non era la prima volta che preparavo la pasta fresca. Nel 2015 un amico italiano mi ha detto che era in grado di fare un impasto con pasta fresca in 20 minuti e mi ha sfidato a provarlo. Ho accettato la sfida, fare l’impasto è stato facile ma arrotolando l’impasto con un mattarello mi ci è voluto un sacco di tempo.

Circa 50 minuti dopo ho finalmente avuto la mia pasta sul tavolo. Una differenza di 30 minuti. E’ stata una sfida da vincere! Dopo molti impasti, sempre migliorando il mio tempo, finalmente ho raggiunto il tempo di 20 minuti 🙂 A quel punto, il mio amico, mi ha detto che stava usando una macchina per la pasta, senza mattarello come ho fatto io. Da quel giorno in poi mi ha chiamato la regina della pasta 🙂 Ora ti sfido a provare a fare la pasta fresca, è davvero divertente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *