Cosa faresti?

Questa mattina ho chiesto a Giovanni: “cosa faresti domani se sapessi che sarà il tuo ultimo giorno sulla terra e non puoi spostarti dalla nostra campagna?”. Domanda difficile!? Mi ha chiesto: “e tu, cosa faresti?”.

Viviamo spesso le nostre vite come se i nostri giorni fossero garantiti, come se ci fosse sempre un domani. Con questo in mente, inizierei a cambiare un pezzettino della nostra campagna in un posto dove poterci rilassare dopo una giornata di lavoro. Un posto dove possiamo sederci con una tazza di tè e annusare il profumo delle fresie in primavera. Un posto dove possiamo goderci il tramonto durante le giornate estive. Un posto per fare nulla!

Il nostro posto futuro per fare nulla!

Ma perché dovrei iniziare con tutto quel lavoro sapendo che non sarei in grado di utilizzarlo? In effetti, non lo finirei nemmeno perché è più di una giornata di lavoro. La risposta è semplice: spererei che non sarebbe il mio ultimo giorno, che mi sarebbe rimasto un altro giorno. Un giorno in cui avrei avuto la possibilità di continuare quello che avevo iniziato, in modo che, un giorno in futuro – Giovanni e io avremmo un bel posticino all’aperto per fare proprio nulla 🙂 !

Quindi domani sarà il mio ultimo giorno? O procrastinerò la mia idea e mi dirò che inizierò a costruire il nostro posto all’aperto la prossima settimana perché ci sarà sempre un domani?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *